Zia Marta inverno

Zia Marta inverno

lunedì 2 dicembre 2013

Biscotti dell'Avvento

 Buoni e fatti in casa...


La tradizione dei "biscotti dell'avvento" forse non è del tutto nostrana, ma ho voluto comunque rinnovarla, poteva essere un'ottima occasione per interessare i bambini ad argomenti "domestici" e comunque educativi... Usare le mani per impastare e vedere subito concretizzato il risultato del loro lavoro, li ha davvero entusiasmati. Ogni giorno ne mangeranno uno,  per scandire questo tempo che ci avvicina sempre più al Natale. Se ne potranno poi produrre altri, da sistemare appesi all'albero, per condividerli nel giorno Santo con i propri familiari.

La ricetta che abbiamo scelto è semplice, con poco burro, infatti la consistenza dei biscotti dovrà essere "a prova di bambino" Prima di essere "mangiati" i nostri bei biscotti, saranno confezionati con nastrini colorati e appesi, dapprima per il calendario, ma poi: per il grande giorno. Mentre il forno si scalda andiamo a lavorare, tutti devono fare la loro parte e quando si è in tanti, a lavorare, quello che si riesce a fare è, principalmente, una grande, anzi una gigantesca, confusione ...
 

Schiacciamo bene il burro per impastarlo con lo zucchero, poi aggiungiamo la farina e amalgamiamo per bene tutti gli ingredienti.
C'è una cosa davvero importante: proprio tutti si sentono protagonisti. Oggi lavorano le mani e non importa se non tutti sanno bene le tabelline, oppure non hanno ripassato i verbi. Ci penseremo un altro giorno, quando saremo in classe... Oggi, per fortuna, siamo tutti da Zia Marta.
<< Schiaccia bene con il tuo mattarello... Ma il mio non funziona, è troppo piccolo... Dai prestamelo... Ma tu non spingere... Non ci vedi Maestra? Guarda un po' che cosa succede qui... >>
Mi sembra di sentirli ancora, la casa risuona ovunque del loro chiacchiericcio. Sembrava che dovessero "ingranare" prima di ottenere risultati... 

Hanno imparato a collaborare e alla fine, anche quelli meno disponibili, hanno capito che si deve trovare sempre un accordo, particolarmente quando si persegue un obiettivo comune.
Velocemente le teglie erano piene di biscottini chiari, tagliati con le formine "nuove" ma serviva qualche cosa di più...


Ed ecco, finalmente, comparire sul banco di lavoro, un ingrediente magico: il cioccolato in polvere, con le mie vecchie forme di rame...

<< Questo Maestra lo impasto solo io... Lasciami fare che sono svelto...>>

L'importante bambini è che tutti riescano ad avere il loro "omino" almeno uno di campione. Poi, a casa, potrete insegnare voi ai vostri genitori... e farete tanti altri biscottini da appendere all'albero di Natale.


 Tutti insieme vivrete un dolce Natale, quest'anno...