Zia Marta inverno

Zia Marta inverno

sabato 9 novembre 2013

Quel premio per noi...

Sorpresa gradita

Fra voi che ci seguite, si nascondono personaggi generosi che, senza conoscerci, apprezzano il nostro impegno, solo per quello che vedono e leggono, immaginando, forse, cose diverse dalla realtà.

Comunque sia, abbiamo ricevuto da Valentina un premio molto gradito, che non ci saremmo mai aspettate.
Siamo molto felici del fatto che, talvolta, l'impegno venga premiato e vi assicuro che di impegno ce ne mettiamo tanto, sia per fare un post al giorno condividendo argomenti diversi, che per corredare i nostri scritti con foto almeno "decenti" 
Talvolta, fra le righe di una ricetta, o tra i colori di un'immagine, traspare qualche riflessione, lasciate fare, è un modo per essere meno soli a camminare sul sentiero, talvolta tortuoso, della vita.
  
Questo è il blog di Valentina http://www.democratikcooking.blogspot.it/ , visitatelo!


Grazie Valentina, questi fiori sono per te. Si tratta di una fioritura fuori stagione di uno dei fiori più belli del nostro giardino. La pianta è un Rhododendron ed il suo nome è John Walter. Spero ti sia gradito.

Il premio "Liebster Award" che abbiamo ricevuto richiede di essere condiviso e divulgato... di essere riassegnato ad altri nuovi blog, sino a 11... Chi lo riceve è invitato a rispondere alle 11 domande scelte di chi lo assegna, per capire qualche cosa di più di chi lo riceve... Giusto!
Ma questo numero "11" ricorrente, avrà un significato? Chi lo può dire!

Complicato, per noi de "Il giardino di Zia Marta", che siamo più persone. Abbiamo pensato che essendo proposto sull’argomento “Cucina-ricette” avrei dovuto rispondere io (Francesca) che solitamente le pubblico. Ecco allora quello che ho risposto alle domande “curiose” di Valentina:


Tramonto dal giardino di Zia Marta
1) Da dove nasce la tua passione per la cucina?
Il mio “fare cucina” nasce da un’esigenza precisa, ovvero imparare a cucinare e scoprire che è comunque un modo per esprimersi e dimostrare alle persone che ami quanto tieni a loro;

2) Hai la possibilità di realizzare un desiderio quale sceglieresti?

Triste da dire, ma tornerei indietro di 20 anni, per cambiare alcune scelte di vita;

3) Vinci un biglietto aereo...quale volo prenoteresti?

Andrei a Vancouver (Columbia Britannica) per verificare tante cose che mi hanno raccontato dei canadesi e del loro modo di vivere ed essere (pare che in Canada, non esista il concetto di “fregatura” difficile da credere, per noi italiani!)

4) Corrente artistica preferita?

Dal momento che l’arte figurativa è stata per me argomento di studio, ho imparato a non avere preferenze personali, amo l’arte in tutti i suoi aspetti, potrei dire che amo gli impressionisti, ma non sarebbe del tutto vero, perché ho in mente nomi famosi, che adoro, e non sono impressionisti…

5) Scrittore preferito?
Non riesco ad essere categorica, ci sono testi buoni di scrittori non eccellenti e “mattoni” di altri che credevo mi piacessero… Preferisco non esprimere giudizi.

6) Qual è lo chef che non sopporti?
In questo caso, invece, mi esprimo e mi dispiace: “Vissani”. Provo persino fastidio fisico quando lo vedo in televisione e lo sento parlare...Si limitasse a fare lo chef, preferirei.

7) La tua migliore qualità?

Riesco ad adattarmi ad ogni situazione e dopo tutto sono abbastanza ottimista, anche se, conoscendomi, non si direbbe.

8) Chef Rubio o chef Borghese?
Sicuramente “Borghese” anche perché assomiglia fisicamente ad un mio caro amico.

9) Carbonara o cotoletta?

Carbonara, sicuramente, per tutta una serie di motivi, più o meno futili e poi la carbonara mi riesce meglio.
Case a Shondero (Danimarca)
10) qual è il viaggio più bello che hai fatto?
Il più bel viaggio della mia vita è stato in Danimarca, non si è trattato soltanto di un viaggio, ma di un soggiorno, con tutta la mia famiglia, in un momento felice. Abbiamo scoperto tante cose ed abbiamo imparato ad essere migliori.

11) qual è il tuo cantante preferito?

Decisamente Charles Aznavour, anche se mi rendo conto che possa sembrare marginale e sorpassato, ma i “grandi” lasciano un segno profondo nel tempo. Indipendentemente dalla loro statura fisica. Almeno, per me è così.

Spero di aver assolto al mio compito (almeno benino)
Ciao da Francy.

Prossimamente, riassegneremo a nostra volta il premio a nuovi volenterosi blogger, con le 11 fatidiche domande che studieremo bene per scoprirvi un po'. 
Fatevi conoscere e buon sabato a tutti quelli che ci seguono!