Zia Marta inverno

Zia Marta inverno

venerdì 25 ottobre 2013

Olive: per chi non ha tempo.

Conserve veloci per olive mature.

Chi proprio non ha tempo, forse non ha neppure olive. Non importa, si possono sempre raccogliere le olive di altri... Spesso ci sono richieste "Cercasi collaboratori per raccogliere olive" da parte di chi possiede grandi uliveti (spesso ci sono grandi uliveti, con tante olive, che nessuno raccoglie)
Comunque sia, basta andare in un qualsiasi frantoio, nel periodo di attività, per ricevere indirizzi, numeri telefonici e quanto altro necessario per fare acquisti leciti, piccoli o grandi...

Le belle olive nere, mature e già un po' appassite, si trovano sugli alberi abbandonati, in posizione riparata, sino a metà febbraio... Assaggiandole, capita di sentire, che tanto amare non sono più... Infatti, asciugando, l'oliva perde il sapore forte, per questo si fanno le olive appassite nel sale;

Olive sotto sale

Servono olive nere, meglio se molto mature (si nota perché sono lucide con la pellicina tirata) si puliscono senza lavarle e si ripongono in vasi di vetro, alternando strati di sale grosso a strati di olive. si conclude con l'ultimo strato di sale. il vaso può rimanere chiuso, oppure aperto, l'importante è che rimanga al fresco e possibilmente al buio. A partire dal mese seguente, quel vaso sarà la nostra riserva di olive conservate.
Sono ottime per completare ed aggiungere sapore alle pietanze o per esaltare alcuni piatti tipici delle diverse regioni italiane. Io le uso anche per insaporire il pane di casa, aggiungendole all'impasto lievitato, dopo averle snocciolate e lavate. Per togliere il sale in eccesso, si possono lasciare a bagno, nell'acqua tiepida, almeno per una mezz'ora. Per ottenere buoni risultati, ricordate di scolarle e magari strizzarle un po'. 

Olive al forno

Dopo aver preparato le olive sotto sale e aver stabilito che sono pronte per il consumo, si scelgono le più grandi e carnose (ci sono anche apposite qualità da mensa) si lavano, magari si dissalano nell'acqua per una mezz'ora (se fossero eccessivamente salate) si posano in una teglia, cosparsa d'olio, con timo, finocchio ed eventuali altre erbe aromatiche (non amare) e si mettono in forno caldo (180/200° al massimo) per 10/15 minuti in base al loro formato.
Si gonfieranno bene, per poi appassire nuovamente un po'.
Si consumano insieme alla polenta, alle bruschette con olio extravergine crudo e con tutte quelle cose poco saporite che hanno necessità di un piccolo "rinforzo".

Possono essere conservate, cosparse d'olio, in barattoli di vetro, in ambiente fresco o frigorifero, agitando ogni tanto il barattolo per permettere alle olive di ungersi sempre bene.